Facciamo una premessa: ad oggi la trattativa per la cessione del Milan alla Sino Europe Sports è ancora aperta. Le parti, ufficiosamente, fanno trasparire questo, anche se i continui e fastidiosi rinvii stanno generando un netto malcontento al presidente Silvio Berlusconi. Non è da escludere che il club rimanga nelle sue mani, anzi, è una tesi che si sta rafforzando giorno dopo giorno.

PARADOSSO MONTELLA - Con l'attuale assetto societario il Milan negli ultimi anni ha faticato molto ad emergere, fallendo sempre la qualificazione in Europa. Quest'anno la musica è cambiata con l'arrivo in panchina di Vincenzo Montella. Un girone d'andata stabilmente nelle prime 3 posizioni della graduatoria, il punto esclamativo di Doha con la vittoria della Supercoppa Italiana e la possibilità concreta di staccare il pass europeo nonostante una rosa qualitativamente non eccelsa. Risultati alla mano, l'operato del tecnico è stato determinante: ha creato un gruppo coeso, l'ha saputo isolare dalle vicende societarie e ha valorizzato giocatori che adesso sono un vero patrimonio per la società come lo spagnolo Suso. Paradossalmente però, con Berlusconi ancora al timone della società il rinnovo del contratto in scadenza nel 2018 non sarebbe così scontato. Tra i due c'è stima sì, ma anche visioni piuttosto diverse su come va schierata la squadra in campo, tanto che i rapporti si sono  leggermente raffreddati. 

IL RUOLO DI GALLIANI - In questi mesi hanno avuto un confronto diretto e costante su tutte le tematiche gestionali. Dagli obiettivi di mercato alla formazione: Montella ha trovato in Adriano Galliani un vero punto di riferimento. Proprio l'amministratore delegato sarà chiamato a mediare con il Presidente, così come ha fatto spesso in passato con Massimiliano Allegri e Filippo Inzaghi, spesso protetti dalle 'ire' di Berlusconi. Secondo quanto è filtrato in questi mesi, se dovesse entrare la nuova proprietà cinese ci sarebbero pochissimi dubbi sulla riconferma in panchina dell'Aereoplanino. 

GARANZIE PER IL FUTURO - Nelle ultime conferenze stampa Montella ha aperto, pubblicamente, al rinnovo. Da parte sua ci sarebbe la volontà di proseguire su una panchina che inseguiva fin dall'inizio della carriera da allenatore. Questi ultimi mesi saranno importanti sia per centrare gli obiettivi di inizio stagione, ma anche per fare le opportune riflessioni sul futuro. Per dare linfa al percorso iniziato servono anche delle certezze: dall'accordo con Raiola per Donnarumma alla possibilità di acquistare Deulofeu. Tasselli che andranno incastrati per rendere il futuro più chiaro e lineare.