Silvio Berlusconi vuole una squadra molto italiana e con tanti ragazzi cresciuti nel settore giovanile rossonero, ma nel frattempo il Milan deve guardarsi dalle richieste provenienti da mezza Europa per uno dei suoi gioielli più preziosi, il portiere classe 1999 Gianluigi Donnarumma. Reduce da un Europeo Under 17 giocato su altissimi livelli, nonostante l'eliminazione dell'Italia ai quarti di finale, il ragazzo è già stato convocato in prima squadra nel corso di questa stagione e gode di grande considerazione all'interno del club di via Aldo Rossi.

VICE DIEGO LOPEZ - Mino Raiola ne ha intuito ben presto le straordinarie potenzialità e inserendolo nella sua prestigiosa scuderia e ha ricevuto in questi ultimi giorni le prime manifestazioni di interesse da parte di Real Madrid, Manchester United, Chelsea, Liverpool e Paris Saint Germain, nonostante il giocatore abbia da poco rinnovato il suo contratto con i rossoneri fino a giugno 2018. Il Milan sa di avere tra le mani un patrimonio importante e gli offre la prospettiva di entrare a far parte stabilmente della rosa dei grandi nel prossimo campionato, quando Donnarumma sarà il vice Diego Lopez, nel caso in cui Abbiati si ritirasse e decidesse di entrare nello staff dei preparatori dei portieri, o come terzo con possibilità di crescere ulteriormente all'ombra di due numero 1 più esperti. Nonostante una statura importante (196 cm), il ragazzo di Castellammare di Stabia è un estremo difensore molto reattivo, abilissimo nelle uscite basse e soprattutto già in possesso di una spiccata personalità che gli consente di guidare con autorevolezza il reparto difensivo.