In passato la tentazione di andare via c'è stata, ma a oggi, nonostante con Ancelotti non sia più un titolare indiscusso, non ha alcuna intenzione di cambiare maglia. Thomas Muller, intervistato da 'Kicker', conferma di essere stato vicino al Manchester United. "A un certo punto, un paio di anni fa, ho riflettuto su questa possibilità - confessa -, ma la società mi ha subito fatto sentire il suo supporto, ricordandomi che appartengo a questo posto. E quando il Bayern mi ha detto che aveva bisogno di me e quanto fossi importante, non ho più pensato ad altro". 

Cresciuto nel settore giovanile dei bavaresi, Muller ha collezionato oltre 400 presenze ed è sotto contratto fino al 2021. "Non ho la sensazione che possa succedere qualcosa in futuro - aggiunge -. Mi sento molto a mio agio qui, ho il vantaggio di aver giocato tutta la mia carriera a Monaco dove, rispetto agli altri grandi club d'Europa, c'è una società che è cresciuta in modo naturale e che possiede una mentalità speciale".