I disastri difensivi del Napoli aprono subito il capitolo mercato. Sembra un paradosso, perché questo è finito neanche due settimane fa, ma ora come ora è impossibile pensare che il Napoli non si rituffi nelle trattative di gennaio per provare a sistemare la difesa azzurra. Sei gol incassati in appena tre partite (contro Sassuolo, Samp ed Empoli) e sul campo prestazioni ai limiti dell’imbarazzante, con i soliti gol subiti da polli.

ACQUISTI POCO INCISIVI - Per giunta, non si vede ancora nulla del certosino lavoro che Sarri dedica alla difesa. Anzi, si dovrebbe dire per “Giuntoli” non si vede ancora la mano del tecnico. Forse proprio perché l’ex allenatore dell’Empoli aveva bisogno di rinforzi veri e non del solo Reina tra i pali. Per il momento Hysaj e Chiriches, seppur impiegati da subito, non sembrano aver fatto fare quel salto di qualità così necessario. Per questo motivo a gennaio serviranno almeno due rinforzi: un centrale e un terzino. Un mercato estivo molto difficile, ma anche quello invernale si prospetta ostico. È praticamente già sfumato Sime Vrsaljko del Sassuolo. Il croato, a lungo trattato da De Laurentiis, andrà alla Juventus, forse già in inverno. Il presidente azzurro dovrà cercare un altro esterno basso, ma anche un difensore centrale. Pronosticabile l’assalto a un “big”, possibilmente del campionato italiano.

GENNAIO LONTANO - De Laurentiis vorrebbe a tutti i costi un difensore della Juventus: piace Rugani, che se non dovesse trovare spazio in questi mesi potrebbe essere richiesto di nuovo in prestito. E occhio al “solito” Maksimovic, già cercato in estate e attualmente infortunato. Se Ventura troverà la quadra in questi due mesi di assenza del serbo, è facile prevedere che Cairo potrebbe finalmente decidersi a cederlo al Napoli. Ovviamente De Laurentiis si aspetta un pieno recupero prima di valutare. Ma non si trascura il centrocampo: Soriano è stato il grande affare sfumato sul gong: questo, però, non vuol dire che il tutto si definirà da sè. Anzi, la Samp spinge per rinnovargli il contratto, il che metterà di nuovo tutto in discussione. In pratica il Napoli dovrà rimbastire la trattativa, con cifre che sicuramente cresceranno. E anche Soriano, quindi, può definirsi sfumato, visto che l’intenzione della società blucerchiata è di tenerlo, e lo stesso giocatore non sembra spingere più di tanto per andare via, e neanche in particolar modo a Napoli. Un mercato da rifare, quindi, con buona pace di chi pensava che Soriano di fatto era già un giocatore azzurro. A De Laurentiis la prossima mossa.