Napoli-Benevento 6-0

NAPOLI

Reina sv: dare un voto significa far perdere di senso alla pagella. Mai impegnato, neppure in quella che un tempo si definiva l'ordinaria amministrazione

Hysaj 6,5: tiene bene la linea, si alza solo quando necessario, completando la classica gara anche con un giusto risparmio energetico. Anche una bella progressione nel finale da segnalare con la quale sfiora il 6-0

Albiol 6: sereno nelle chiusure, gli attaccanti del Benevento gli regalano un pomeriggio da ritmi di allenamento del giovedì

Koulibaly 6.5: sarebbe arrivato il 7 se avesse avuto il guizzo per metter dentro una facile occasione: ma dimostra il solito ed imbarazzante (per gli avversari) strapotere fisico

Ghoulam 7: si diverte sui resta della difesa sannita, producendo due assist e collaudando i tempi dell'inserimento e della sovrapposizione.

Allan 7,5: l'uomo più in forma del Napoli, un interditore divenuto incursore a tutti gli effetti. Oltre al gol che apre la partita anche un'ottima gestione della palla (dal 72' Rog 6.5: partecipa alla festa con il solito dinamismo)

Jorginho 7: torna la sua regia e torna anche il Napoli formato possesso palla rapidità-qualità che stordisce gli avversari facendo perdere le misure di ogni possibile piano tattico. Se torna definitivamente sui suoi standard diventa praticamente imprescindibile

Hamsik 6,5: la classica partita per ritrovarsi. Manca in qualche circostanza l'appuntamento con il gol, ma dimostra chiari segnali di ripresa

Callejon 7: ci mette il sigillo del poker, sfiora la doppietta, poi gestisce le forze senza sfiancarsi in vista dei prossimi ravvicinati impegni (dal 65' Ounas 6.5: buon esordio, con un rigore procurato ed una serie di giocate che confermano il suo valore)

Mertens 8: un cannibale che azzannerebbe ogni pallone, lo spirito della prima punta che s'infiamma in area di rigore. Tripletta ed è già a quota 5 in campionato ed ha fatto capire chiaramente che anche quest'anno lotterà per il trono dei bomber

Insigne 7.5: si diverte, spaziando su tutto il fronte mancino dell'attacco: un gol meraviglioso, un assist per chiudere la gara ed il sorriso ritrovato (56' Giaccherini 6: si procura il calcio di rigore della manita, ci mette tanta sostanza per dimostrare a Sarri di poter dare il suo contributo)

All. Sarri 6,5: ritrova il suo Napoli, soprattutto nell'approccio alla gara con un avversario, però, non all'altezza. Sceglie di schierare in avvio la formazione titolare, gestendo le energie a risultato acquisito.