Reina 6: blocca il primo pallone all'80, dopo una conclusione che non avrebbe scalfito i riflessi di un bradipo. La sufficienza è di stima

Hysaj 6,5: interessante la crescita della cifra tecnica: fino a qualche tempo fa era complesso vedere da parte sua un controllo orientato. Solita attenzione nella fase difensiva

Albiol 6,5: ritorna con personalità in una gara semplice da amministrare per un difensore del suo livello

Koulibaly 7: il tempismo in difesa è quello di sempre, da miglior difensore in assoluto del nostro campionato, poi, ci aggiunge anche il gol con caparbietà

Ghoulam 7: l'altro regista del Napoli: gioca un'infinità di palloni, mette al centro una quantità industriale di cross. È cresciuto nello spessore delle sue giocate che non sempre i suoi compagni riescono a percepire le intenzioni, vista anche la straordinaria rapidità di esecuzione. Esce per un infortunio non grave (dall'86 Mario Rui sv)

Allan 6,5: deve recuperare una quantità piuttosto modesta di palloni. Ma la sua assenza si percepisce: complice anche un po' di stanchezza, dopo che va in panchina, il Napoli lascia al Cagliari qualche spazio in più (dal 77' Ounas 6: un recupero a spazzar l'area e prova anche la conclusione)

Jorginho 6,5: non sbaglia mai: non un tocco, non un passaggio in profondità. Determinante sul 3-0 calciando la punizione che poi Koulibaly ribadisce in rete.

Hamsik 7: finalmente arriva il primo gol stagionale, dai tempi prima di Sallustro e poi di Juliano non c'era un calciatore del Napoli che andava a segno per 11 stagioni consecutive. Il record di Maradona è ad un passo, ad una rete. Giocando così la troverà presto.

Callejon 6,5: non trova il gol, ma lo sfiora in diverse circostanze. Si diverte a trovare lo scambio a velocità supersonica e con una cifra tecnica impressionante. Sacrosanto che anche una grande nazionale come la Spagna si avvalga del suo talento tecnico e tattico. (dal 70' Rog 6: solito contributo in termini di pressing e duttilità tattica)

Mertens 7: famelico come al solito, sfortunato nel non trovare il pallone giusto per incrementare il proprio score. È arrivato a quota 7 in campionato e nove in stagione. Con qualche impresa storica che è già entrata nel mirino

Insigne 7: non trova la via della rete ma merita un volto alto: performance di grande qualità, detta i tempi della catena di sinistra con movimenti collaudati e sciorina calcio di altissimo profilo tra giocate e assistenza ai compagni

All. Sarri 7: Sette il voto come sette sono le vittorie del suo Napoli. Una macchina perfetta che annichilisce gli avversari, li schiaccia nella metà campo, sfiancandoli con un giro-palla mai decifrabile