Atalanta-Palermo 0-1

Posavec 7: riflessi pronti su tiro al volo di Masiello nel primo tempo; coi guantoni su tiro a giro di Gomez e poi sempre su colpo di testa ravvicinato dell'argentino.

Rispoli 5,5: stenta a farsi notare nella prima frazione, dal momento che le azioni più salienti, nascono dalla parte opposta.

Goldaniga 6,5: si spreca a difendere, specie nella ripresa, ma è suo il colpo di testa al 79' che sarebbe potuto valere il vantaggio del Palermo: il gol sarebbe stata la ciliegina di una discreta prestazione.

Cionek 5,5: tenta un pallonetto pericoloso su Dramé che, per un istante, rabbrividisce i suoi compagni a seguire, a inizio ripresa, filtra una palla pericolosa che D'Alessandro alza sopra la traversa.

Andelkovic 6: peccaminoso in alcuni frangenti, costringe i compagni a correre ai ripari-due interventi; meglio nel secondo tempo.

Aleesami 7: è la pulce nell'orecchio di D'Alessandro. A lui l'arduo compito di tenere d'occhio la mina vagante atalantina e, sebbene alle volte lo faccia con irruenza, la sua presenza è importante.

Bruno Henrique 6,5: dispendioso in mezzo al campo, cerca di stoppare la manovra atalantina. Alle volte lo fa con successo altre meno, ma l'impegno che ci mette è innegabile.

(dal 58' Jajalo 6: crea movimento e supporto a centrocampo).

Chochev 5,5: non sempre lucido nella costruzione del gioco, contribuendo così a favorire la manovra avversaria.

Diamanti 6: pericoloso su punizione all'inizio del primo tempo, è sempre lo stesso giocatore dei tempi atalantini. Piedi buoni, ma il suo movimento-supporto alla squadra è limitato al suo pezzo territorio e ai calci da fermo.

(dall'83' Balogh sv).

Hiljemark 6,5: non inquadra la porta quando gli capita quella sfera rimbalzata sul palo da Nestorovski, ma sorgono da lui i principali problemi quando gli capita la palla tra i piedi.

(dal 68' Gazzi sv).

Nestorovski 7: colpisce palo nei primi 45', poi sparisce. Fino al 89' avrebbe meritato l'insufficienza lieve, ma poi al 90' strappa un voto decisamente più alto: sua la rete pesante che strappa la vittoria a una diretta concorrente per la salvezza.


All. De Zerbi 6,5: il suo Palermo arriva in quel di Bergamo per strappare un pareggio, difendendosi e cercando di punzecchiare con Hiljemark o su calcio da fermo con Diamanti. Stasera torna in Sicilia con una vittoria ottenuta al 90' e costruita negli ultimi 20'. Il calcio è anche questo.