Emanuele Calaiò, attaccante del Parma, parla dopo la sconfitta per 3-0 col Perugia: "Innanzitutto chiediamo scusa ai nostri tifosi che sono venuti fin qui a Perugia a sostenerci e che hanno visto una partita brutta. Nel primo tempo siamo partiti benino, ma il Perugia ci ha subito messo sotto in tutti gli aspetti e siamo andati in svantaggio. Abbiamo cercato di ripartire nel secondo tempo con una carica in più, ma il secondo gol in contropiede ci ha tagliato le gambe. Dobbiamo farci un esame di coscienza tutti, io per primo che sono uno dei più esperti di questo gruppo e che in questo momento sto facendo il capitano. Mi prendo io la responsabilità per tutta la squadra per la brutta figura che abbiamo fatto oggi. Tengo a precisare che non siamo più in Lega Pro, ma che stiamo disputando un campionato difficile, una Serie B competitiva con squadre allestite per fare una stagione di alta classifica".