La partita contro il Chievo ha detto che al Parma serve ancora un salto di qualità per arrivare a poter competere realmente in ottica Europa League. Ma ha detto anche che se c'è una coppia su cui puntare anche per la prossima stagione è quella composta da Nicola Sansone e Ishak Belfodil. Il primo ha pareggiato i conti con la Juventus, il secondo aveva aperto le danze a Verona segnando il settimo gol stagionale su assist proprio del compagno di reparto ex Bayern Monaco. 

Classe 1991 l'italiano, di un anno più giovane il franco-algerino. Due giocatori che costituiscono un capitale sicuro per gli anni a venire e le sessioni di calciomercato dei prossimi anni. Al punto che, dato tutto il corteggiamento recente per Amauri e le offerte provenienti da Cina e Hoffenheim, viene da chiedersi quanto possa servire l'attaccante italo-brasiliano.

Tornato a Parma con grande entusiasmo nell'estate scorsa, Amauri è stato infatti frenato da problemi fisici in estate, ed è parso decisivo soltanto a tratti in una squadra che fornisce un basso numero di cross. Cinque gol in campionato contro i sette di Belfodil. Anche per questo è logico chiedersi quanto possa servire Amauri da qui al termine della stagione.