Sono giorni frenetici in casa Inter, attivissima sul fronte mercato e concentrata per recuperare sul campo quei punti lasciati per strada nelle ultime settimane. Dopo l'arrivo ufficiale di Lisandro Lopez e quello - che lo diventerà nei prossimi giorni - di Rafinha, i nerazzurri stanno ora riflettendo su qualche cessione. Non solo quelle che riguardano Joao Mario, Brozovic ed Eder, ma anche Andrea Pinamonti, uno degli ultimi gioielli prodotti dal settore giovanile nerazzurro. 

C'È LA FILA - All'attaccante classe '99 non mancano e non sono mai mancate le offerte: Udinese, Sassuolo, Cagliari, Chievo e Crotone vorrebbero averlo a disposizione già da questa sessione di mercato, per dargli quello spazio in Serie A che nella squadra di Luciano Spalletti non sta riuscendo a trovare. Se i veneti e i calabresi lo prenderebbero in prestito, i neroverdi lo vorrebbero acquistare a titolo definitivo, mentre con Udinese e Cagliari il nome del giovane centravanti di Cles può rientrare in operazioni più larghe, che possono portare in nerazzurro - a giugno - uno tra Barak e Barella.

L'INTER NON MOLLA - Che alla fine sia prestito o meno, l'Inter non ha comunque alcuna intenzione di perdere il controllo di Pinamonti. Se anche dovesse, alla fine, decidere di monetizzare con la sua partenza, inserirebbe nella trattativa il diritto di recompra, per avere la possibilità di continuare a monitorare la sua crescita e, in caso di risposte positive, riportare alla base il suo gioiellino.