Ricerca infinita. Come novelli Indiana Jones, in salsa calcistica, si andava alla ricerca delle figurine introvabili. Tra i banchi di scuola, seduti negli spogliatoi, alle feste di compleanno: ogni momento era buono per dare un Fausto Rossini e ricevere un Conticchio. Protagonisti improbabili sui campi di calcio diventavano leggende in primo piano, mezzibusti adesivi che avevano fissa dimora: lo spazio sull'album. Che spesso restava vuoto, per la tristezza di un bambino (e del suo papà, perché dietro un bimbo che ama le figurine c'è un papà che è stato quel bimbo); che, raramente, veniva colmato nella sua interezza, per uan felicità indescrivibile. Ieri sono state lanciate le nuove figurine Panini, modernità e sfide da action figures per andare a spasso coi tempi, oggi vogliamo dedicare la Classifica di CM alle 10 figurine più rare di sempre

LEGGENDE - C'è un giovanissimo Gianni Rivera in maglia Milan che è il sogno di ogni collezionista, c'è il famosissimo Pizzaballa, portiere dell'Atalanta, numero 1 dei numeri 1 (prima figurina dell'album),  vera e proprio leggenda. Poi, ci sono loro, che sono due ma valgono per uno, una coppia da premiata ditta, da film, da best-seller: Volpi & Poggi. Il solo nominarli fa tremare i denti e sorridere i dentisti; sì, perché loro non erano protagonisti della Panini, ma eroi della TOPPS, l'azienda che nel 1998 decise di farle concorrenza: figurine nelle gomme da masticare, mini album da compilare, maglie da ritirare se si completava il tutto. Operazione, quasi, impossibile: i due sono introvabili. Solamente pochi eletti godranno dell'allora centrocampista del Bari e della punta dell'Udinese. Figurine leggendarie, appiccicate nella hall of fame dei collezionisti. 

@AngeTaglieri88