Finisce 0 a 0 la prima del Portogruaro tra le mura amiche dello stadio 'Mecchia', dopo l'esilio forzato per cinque gare interne al Friuli di Udine. Un risultato a occhiali che rispecchia in toto l'andamento della gara: primo tempo di dominio granata, ripresa con il Piacenza a farla da padrona. Al 2' è subito Portogruaro: Federico Gerardi riceve ai venti metri, si gira e scarica una buona conclusione che esce di poco alla sinistra di Cassano. Un minuto più tardi è Altinier a impegnare il portiere piacentino, che para in due tempi. Al 32' l’occasione più ghiotta dei veneziani: cross dalla destra in area di Tarana, il bomber Altinier stacca di testa tutto solo ma la palla sorvola di un soffio la traversa. Nella ripresa c’è solo Piacenza in campo. Gli uomini di Madonna sfruttano la stanchezza degli avversari e in veloci ripartenze con Graffiedi e Cacia mettono in serie difficoltà il portiere Rossi. Come al 31' quando Cacia prova la conclusione ravvicinata che si spegne di poco a lato. Ancora Piacenza un minuto più tardi con un’ottima punizione dai trenta metri di Catinali che per un soffio manca l'incrocio dei pali.

PORTOGRUARO
 
Il difensore del Portogruaro, Matteo Lanzoni: 'Abbiamo fatto un buon primo tempo poi sono venute meno le forze e abbiamo dovuto difenderci. È ovvio, il pareggio non ci soddisfa appieno, in ogni caso l’importante era non perdere. Finalmente siamo tornati al Mecchia, questo vuol dire che i nostri tifosi ci possono stare tutti più vicino e accompagnarci il prima possibile verso la salvezza. Io ho disputato una buona gara, con Tarana sulla destra mi trovo molto bene, spero di continuare su questa strada'.
 
PIACENZA
 
Il difensore del Piacenza, Pietro Zammuto: 'E' un punto che fa sicuramente morale. Tornare a casa da Portogruaro con un pareggio nel sacco è molto positivo, per il morale della squadra più che per la classifica. Nel primo tempo abbiamo sofferto parecchio ma siamo stati bravi a non disunirci e a concedere poco agli avanti veneziani. Nella ripresa la squadra ha avuto una buona reazione e in un paio di occasioni abbiamo rischiato addirittura il gol della vittoria. Torniamo a Piacenza soddisfatti, ora però l’importante è continuare su questi ritmi'.