Dopo lo spettacolare 4-3 con cui ieri sera l'Arsenal ha battuto il Leicester nel match di apertura, prosegue oggi la prima giornata di Premier League. Sette le partite in programma, si parte alle 13.30 con un'altra pioggia di gol tra Watford e Liverpool: finisce 3-3, coi Reds subito sotto per il gol di Stefano Okaka, pareggiato da Mané. Ancora avanti gli Hornets con Doukouré prima dell'intervallo, in avvio di ripresa Firmino su rigore e Salah, in gol all'esordio, ribaltano la situazione, ma nel finale l'ex difensore del Napoli Britos pareggia in mischia.

Cinque le gare delle 16: il Chelsea di Antonio Conte, campione in carica, cade a Stamford Bridge contro il Burnley con un passivo di 3-2. Gli ospiti vanno sul 3-0 grazie ai gol di Vokes (doppietta) e Ward, poi arrivano i gol di Morata e David Luiz ma non bastano per la rimonta. I Blues terminano in 9 la gara per le espulsioni di Cahill al 14’ e Fabregas all’81’: i due salteranno la prossima sfida col Tottenham. L'Everton, dopo l'addio di Lukaku, riparte da Rooney: un gol dell’ex Manchester United decide la sfida contro lo Stoke City. Il Crystal Palace di de Boer cade 3-0 in casa contro il neo-promosso Huddesfield (doppietta di Mounié e autogol di Ward). Il WBA supera 1-0 il Bournemouth con gol di Hegazy; termina 0-0 la sfida tra Southampton e Swansea. 

Alle 18.30, poi, è il turno dell'ultima gara di giornata: all'Amex Stadium un'altra neopromossa, il Brighton, ospita il Manchester City di Pep Guardiola, che ha speso oltre 135 milioni di euro per tre terzini (Walker, Mendy e Danilo) e punta a rifarsi dopo il deludente terzo posto in classifica dell'anno scorso. Partita spigolosa per la squadra di Guardiola, che ci mette 70' a sbloccare il risultato grazie al King Aguero. 5 minuti più tardi l'autogol di Dunk taglie le gambe definitivamente al Brighton. Primi tre punti per il Manchester City.