Il presidente dell'Atalanta Antonio Percassi è intervenuto ieri sera a Bergamo TV facendo il punto sulle trattative più calde del momento, a partire dal futuro di Andrea Conti, esterno difensivo obiettivo del Milan: "Confermo quello che ha detto mio figlio Luca (che nelle stesse ore incontrava i rossoneri per trattare, ndr), dettiamo noi le condizioni e valuteremo la cessione se il Milan le soddisferà. È una situazione molto complicata, la sta gestendo direttamente Luca e credo che l’agente abbia fatto dichiarazioni non simpatiche come quella relativa al ritiro. Se si dovesse arrivare a ridosso dell’inizio della stagione, il giocatore non credo non si presenti. Ribadisco: aspettiamo e valutiamo, la situazione è in evoluzione, ma sarà l’Atalanta a dettare le condizioni. Abbiamo parlato anche coi il ragazzo, la sua posizione è ormai chiara, ma non temo che anche altri possano fare lo stesso discorso: a tutto c’è un limite e a quel punto interverremmo".

Sugli altri big potenzialmente in uscita: "Oltre a Conti, che noi riteniamo incedibile, ma la cui situazione ormai la conosciamo tutti, non abbiamo intenzione di fare altro in uscita con i big: Caldara e Spinazzola resteranno, stesso discorso per Freuler e anche per Gomez. Con lui stiamo discutendo un adeguamento di contratto, per noi è un giocatore fondamentale e quindi è giusto riconoscere a lui qualcosa di importante. E poi c’è Petagna, che ha chiesto di rimanere qui: lui è completamente nostro, ma il Milan ha una percentuale sulla vendita che va a scalare di anno in anno. Complessivamente sono partiti solo Gagliardini e Kessie mentre l’Atalanta da gennaio ha già fatto 8 acquisti. Ci siamo mossi con grande anticipo".

Sugli altri fronti aperti: "Berisha è stato riscattato dalla Lazio per circa 5 milioni di euro, Paloschi andrà al Chievo, ma incasseremo meno di quanto abbiamo speso. Son sicuro che tornerà a fare gol, ha avuto una stagione sfortunata. Gollini e Cristante verranno riscattati, staranno ancora con noi. Felicioli e Pessina sono giovani interessanti, dovesse andare via Conti non c’è solo il belga Foket ma la rosa dei possibili sostituti è di tre nomi. Penso che l’Atalanta sia fatta all’80-90 per cento, ci sono stati arrivi importanti di giocatori molto interessanti. Credo che servano ancora un difensore esperto, un centrocampista con caratteristiche particolari e un esterno d’attacco. Politano? Sono nomi che girano, ma la verità è che ho parlato con Sartori e mi conferma di avere un paio di ragazzi di qualità che sta tenendo d’occhio. Finora abbiamo preso giocatori di 20-23 anni, nazionali, muovendoci con grande anticipo. Finora sono molto soddisfatto e l’esempio è Cornelius: lo dovessimo prendere oggi, la trattativa sarebbe molto diversa".