Diecimila chilometri di distanza, un sogno che continua. Raffaele Simone Quintieri in esclusiva a calciomercato.com racconta i primi mesi della sua esperienza da calciatore del Semarang United Football Club, club della serie A indonesiana. Un paese nuovo, un campionato diverso, una crescita calcistica e personale. Ricca di soddisfazioni.


Qual è il bilancio dei primi mesi in Indonesia?
Sono felice, è una scelta che rifarei. Certo, l'Italia mi manca, ma qui mi sento a casa. Ho tutto quello che mi serve, la società è sempre presente e non mi fa mancare nulla. L'atteggiamento dei dirigenti non è cambiato. Da un pò non vivo più in albergo, mi hanno dato una casa con piscina, con un maggiordomo e una macchina personalizzata con il logo del Semarang! La gente è gentile e ha tanto entusiasmo. Sono trattato come un re.

A livello sportivo?
Sta andando tutto bene, ho giocato una buona stagione e per questo sono uno degli otto giocatori riconfermati. Quando sono arrivato, tutti si aspettavano tanti gol, ma con il passare delle settimane hanno capito che il mio ruolo è il trequartista e che posso dare di più come assist-man. L'anno scorso abbiamo chiuso il campionato al quinto posto, quest'anno puntiamo a qualificarci per la Champions League asiatica. Negli ultimi mesi in Indonesia è cambiato tutto, c'è una nuova lega a 33 squadre (divise in due gironi), riconosciuta dalla Fifa e dalla AFC, la federazione asiatica. La mia squadra ora si chiama Psis Semarang, è nata dalla fusione delle due squadre della città. Ha un progetto ambizioso, sono arrivati giocatori nuovi, tra cui un coreano e un argentino, De Porras, che ha giocato nell'Huracan e in Italia, con il Benevento. Non siamo i favori, ma possiamo dire la nostra. I tifosi sono dalla nostra parte: ci sono già 19 mila abbonati!

Resterai in Indonesia a lungo?
Qui sto bene e sono soddisfatto. Ho raggiunto l'accordo per il rinnovo del contratto, dovrei firmare settimana prossima. La società punta molto su di me, mi ha proposto un biennale, ma io ho preferito rinnovare di una sola stagione. A giugno, quando il campionato finirà, (inizia l'8 ottobre ndr) ne riparleremo. L'Italia un pò mi manca, so che qualche squadra in Europa ha chiesto informazioni al mio agente Alessandro Magni (gruppo AMSports), vedremo. Adesso voglio solo pensare al Psis Semarang, lottare per la Champions League mi dà una carica in più.