Andrea Ranocchia, difensore in prestito dall'Inter all'Hull City, parla della sua esperienza ai microfoni di Sky Sport: "La mia volontà è tornare ad alti livelli, ma per ora penso a fare quel che sto facendo, divertendomi e provando a salvarmi con l'Hull City. Sto pensando giorno dopo giorno, mi sto godendo l'esperienza. Sono contento perché sto facendo bene, mi sto divertendo".

Passato e futuro, poi, nelle sue parole: "L'arrivo di De Boer stato uno shock, non parlava la lingua. Noi in ritiro non abbiamo lavorato bene. Non era facile per il mister che è arrivato per far vedere i propri concetti. Quella è stata la più grande difficoltà. Pioli? Ha dato un'impronta di gioco, una mentalità e delle regole da rispettare. Non ha stravolto niente. Ha solo messo molto bene i giocatori in campo. Il risultato si è visto. Con lui i ragazzi stanno facendo benissimo. Il mio futuro? Io sono un giocatore dell'Inter. Lascio le porte aperte a tutti, non ho mai chiuso porte. Non c'è problema".