Spezzare la monotonia di un ritiro non è semplice, ma Antonio Conte e il suo staff sanno variare sapientemente il lavoro ed è davvero raro, per non dire impossibile, che due allenamenti consecutivi siano simili.
 
Così, se ieri mattina la squadra aveva affrontato una seduta esclusivamente atletica, oggi si è dedicata soprattutto alla tattica, con l’unica costante della divisione in gruppi. Il primo, composto dai dieci giocatori in campo nel primo tempo dell’amichevole di ieri contro Aygreville, ha iniziato le operazioni intorno alle 10.00, con un riscaldamento tecnico ed esercizi di conduzione palla e scambi a distanza ravvicinata. Poi, sul terreno di gioco sono state piantate le sagome e i difensori da una parte e i centrocampisti e gli attaccanti dall’altra, le hanno utilizzate come punti di riferimento per provare prima i movimenti di reparto, poi quelli di squadra.
 
La corsa è arrivata dopo il lavoro tattico, con una serie di allunghi e scatti, affrontata invece da secondo gruppo, prima di dedicarsi agli schemi.
 
In campo è sceso anche Michele Pazienza, che ha raggiunto il ritiro di Chatillon, iniziando la preparazione con una seduta atletica.