"Non importa quanti tifosi arriveranno, saremo in grado di garantire la giusta sicurezza durante il Mondiale. Sarà sicuro anche per i tifosi inglesi". Non ha dubbi Andrey Zakharov, capo della polizia di Mosca e in effetti la Russia fa sul serio per ridurre al minimo i rischio di scontri tra i tifosi ospiti e gli hooligans locali. Il Ministero degli Affari Interni ha diramato online una lista di 2750 facinorosi, ristretta poi a 297 e ancora a 109 identificati come lo zoccolo più violento del movimento. E con questi il governo russo usa il pugno duro: banditi da tutti i 12 stadi che ospiteranno il mondiale l'anno prossimo, se non rispetteranno la sentenza scatteranno 15 giorni di prigione e oltre 350 euro di multa. Basterà per scongiurare il pericolo di scontri?