Da qualche tempo, i tifosi della Sampdoria non possono assistere agli allenamenti della squadra di Giampaolo. Tutte le sedute in sostanza sono a porte chiuse, ma non per qualche scelta particolare del mister doriano, bensì per le importanti operazioni di ammodernamento che stanno coinvolgendo il centro sportivo blucerchiato. I lavori al Mugnaini procedono, l'obiettivo dichiarato della dirigenza è quello di inaugurare la nuova struttura nel 2018, svolgendo gran parte del progetto in estate. Sono già state gettate le fondamenta per la nuova palazzina che conterrà gli spogliatoi della prima squadra, e pure quelle dell'area dove dirigenti, staff e giocatori potranno parcheggiare. Pure nell'area dietro al campo sono già iniziati i lavori.

Il Secolo XIX però racconta anche un interessante retroscena: secondo il quotidiano, l'obiettivo della Sampdoria sarebbe quello di ingrandire ulteriormente la struttura bogliaschina, almeno per quanto possibile considerando la conformazione del territorio. L'unica direzione in cui i blucerchiati potrebbero espandersi è quella delle fasce adiacenti al campo superiore, dalla parte del versante San Bernardo. Nelle scorse settimane infatti ci sarebbero stati i primi contatti con i proprietari dei terreni per soppesare la possibilità di un acquisto

La prima idea di Ferrero era quella di edificare in quella zona un piccolo albergo, sia per i turisti che per la prima squadra. Si tratta di un piano piuttosto complicato a causa dei numerosi vincoli urbanistici, paesaggistici e idrogeologici, molto complessi da valutare. La Samp allora potrebbe valutare la possibilità di acquistare ugualmente le fasce e, rimanendo in attesa di sviluppi dal fronte albergo, potrebbe considerare l'opzione di edificare un paio di campetti a cinque o a sette, strutture che per il momento mancano alla prima squadra.