Sul Corriere della Sera, Mario Sconcerti scrive di Carlo Ancelotti, fresco vincitore della Champions League con il Real Madrid: "C’è un piccolo italiano in cima all’Europa, uno dei soliti, un buon vecchio servo dei padroni come si potrebbe dire in una giornata elettorale. Non ha mai avuto un calcio suo, ma ha sempre saputo capire il calcio di tutti. Siamo noi che cerchiamo verità dovunque, poi alla fine, arrivano sempre gli uomini di buon senso chiamati Ancelotti".