"Un angolo per chi ha la visione del calcio di Nick Hornby, per chi vive la partita come un film, per chi reputa Babangida il miglior calciatore della storia. Un piccolo mondo per chi non ha scritto calcio con il pallone tra i piedi, ma con una penna tra le dita, una telecamera sulla spalla o un joystick in mano, per quelli cresciuti a pane, nutella e Holly e Benji . Il calcio visto con gli occhi, e gli occhiali, del Nerd".

Nessuno ancora crederci potrà, Jamaica la sua squadra di bob avrà. Un coro immortale, che proietta nella tua mente la neve, il freddo, le Olimpiadi invernali di Calgary '88 e una squadra di bob. Della Giamaica. Irving, Derice, Sanka e Yul sono gli eroi giamaicani che, con i loro modi di fare, dopo una prima prova fallimentare, conquistano pubblico, rispetto, applausi e riconoscimenti in "Cool Runnings - Quattro sottozero". Più facile vedere un giamaicano sul bob che un giamaicano in Premier League...

VIETATA! - Andre Blake e Kemar Lawrence, calciatori della isola più simpatica al mondo, portiere dei Philadelphia Union il primo, difensore dei New York Red Bulls il secondo, sono stati cercati, con insistenza, da diversi club di Premier League. Ma, davanti al permesso di soggiorno, tutto è naufragato. Secondo le nuove regole in uso, i calciatori che giocano con regolarità nelle Nazionali che occupano i primi 50 posti nel ranking FIFA non hanno praticamente problemi. Ma, se come la Giamaica, sei intorno al 60° posto, ecco che ci sono tante difficoltà. La speranza? Che in breve tempo la nazionale giamaicana possa rientrare tra le prime 50, così da permettere ai migliori giocatori di confrontarsi con una realtà così importante da poter far crescere il movimento. 

E BOLT? - Paradossale non poter aver giocatori in Premier per un ex colonia britannica. Forse un giorno Usain Bolt scriverà un altro pezzo di storia dello sport, riuscendo a scendere in campo con la maglia di un club inglese (è stato contattato dal Burton Albion); ora ci sono Sterling e Morgan, il primo naturalizzato inglese, il secondo nato a Nottingham ma nazionale giamaicano, ma uno "originale" manca. Ma torneranno a calpestare i campi inglesi. Del resto, lo diceva anche Sanka: "​Via col ritmo! Via col vento! Giamaica vince! Io me lo sento!".



@AngeTaglieri88