Non sono mancati i colpi di scena nella quinta giornata di Serie B. A fare sensazione è il colpo del Foggia che, dopo il pari strappato al Palermo, ferma anche la corsa di una delle capolista, il Carpi, battuto 3-1 in rimonta (prima vittoria in Serie B dal 1998 per i pugliesi): dopo la rete in apertura di Mbakogu, Martinelli, Chiricò e Beretta (dopo l'espulsione del carpigiano Hraiech) firmano la vittoria dei pugliesi. Ne approfittano l'Empoli, che si impone per 2-1 a Parma, e il Frosinone, che coglie i 3 punti in extremis ad Ascoli, mentre il Perugia cade nel big match contro il Palermo, che vince grazie ad un discusso rigore trasformato da Nestorovski nel corso del secondo tempo.

Dopo due sconfitte consecutive, risale il Bari di Fabio Grosso, che ringrazia ancora una volta Improta (terzo gol nelle ultime due giornate) contro la Cremonese; incredibile il Pescara che, dopo la rimonta subita dalla Salernitana, riesci a farsi riacciuffare sul 2-2 dall'Entella dopo i gran gol di Capone e Brugman. Poker del Cittadella al Cesena (doppietta di Kouamé), mentre lo Spezia regola di misura il Novara. Pari tra Pro Vercelli e Salernitana, mentre Ternana-Brescia viene interrotta al 20° del primo tempo per impraticabilità del campo dopo un violento acquazzone.