L'ex attaccante del Milan Andriy Shevchenko ha concesso una bella intervista alla Gazzetta dello Sport per anticipare il derby di domenica contro l'Inter.

Il derby da ricordare?
"La semifinale di Champions. Ma anche quello nei quarti di finale, segnai di sinistro su passaggio di Cafu".

Nelle ultime stagioni i derby sono stati meno scintillanti..
"Sì, ma le due squadre stanno cercando di fare una squadra competitiva e di rendere felici i tifosi".

Sheva, perchè ha scelto Tassotti come vice (dell'Ucraina ndr.)?
"Perché ha dei valori e c’è sempre stata grande sintonia fra di noi. Il Milan era davvero una famiglia. Parliamo tanto di calcio, da sempre. Ci confrontiamo. E poi io ho imparato tanto di tattica e metodologia di allenamento in Italia e credo in un certo tipo di lavoro".

Sheva, che cosa vorrebbe portare del suo Milan nella sua Ucraina?
"La capacità di gestire le partite, di capire i momenti. Noi lo sapevamo fare".

Il derby di Milano è speciale perché...
"Perché trasmette emozioni intense. Spesso i giocatori vogliono pensare che il derby sia una partita come le altre, ma sanno che non è vero".

Vi piace l’idea di un San Siro per due, suggerita dal sindaco Sala?
"E' uno stadio ricco di storia, non è mica semplice decidere di cambiare casa...".

Il giocatore chiave del Milan?
"La squadra è in costruzione, un leader va ancora definito. Ma all’allenatore bisogna dare tempo".

Il giocatore chiave dell’Inter?
"Icardi, un capitano, un leader e un grande attaccante. Mi piace molto".

Sheva, si vede al Milan in futuro, come allenatore?
"Un lavoro ce l’ho e mi piace moltissimo. Sono concentrato sull’Ucraina che voglio far crescere e spero di poter classificare al prossimo Europeo. E’ questo il mio futuro".

Venendo ai tecnici di Milan e Inter, chi è più avanti nel lavoro?
"Sono due società che torneranno al top, ci sono dei percorsi da fare. Credo che questo derby dia motivazioni forti a tutte e due le squadre, restare in zona Champions League è fondamentale".

Come finirà questo derby?
"Certe partite si giocano a occhi chiusi. Anch’io mi aspetto spettacolo".

Sheva, quanti gol ha fatto all’Inter?
"Quindici, 14 con il Milan e uno con la Dinamo Kiev".