Quattordici gol in 19 partite per Mario Balotelli. Una rete ogni 103 minuti con la maglia del Nizza, il 9 sulle spalle e l’intera Francia parla di lui. In Ligue 1 Mario è tornato Super. A 10 anni dall'esordio tra i professionisti, avvenuto il 16 dicembre 2007 in Cagliari-Inter, tre giorni prima della doppietta segnata in Coppa Italia alla Reggina. Si è rivisto il centravanti che aveva fatto sognare l'Italia intera nell'estate del 2012, dove con una splendida doppietta schiantò la Germania agli Europei. La storia col Nizza, però, sembra destinata a finire. E a dirlo è stato proprio il presidente del club francese, Jean-Pierre Rivere, a RMC Sport: "Senza l'Europa, trattenere Balotelli sarà difficile. In campo è eccezionale, sta cambiando il suo stile di gioco e sta crescendo. Non so però se resterà con noi il prossimo anno, dipenderà dai risultati. Il suo ingaggio è di un certo livello e senza competizioni europee non possiamo permettercelo anche se faremo di tutto per farlo restare"

SOGNO NAPOLI - In Italia c’è chi pensa a Mario Balotelli. Non Inter e Milan, squadre in cui ha già giocato, ma Napoli, Torino e Sampdoria. “Balotelli non ha bisogno di presentazione, tutti lo conoscono. E’ un giocatore molto bravo, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi. Faremo di tutto per non farlo segnare”, diceva Maurizio Sarri prima del preliminare di Champions League col Nizza. L’attaccante da tempo sogna Napoli e non l’ha mai nascosto: il suo sogno è quello di vestire la maglia azzurra. I rapporti tra De Laurentiis e Mino Raiola, agente di Balotelli, non sono idilliaci. Anzi, tutt’altro: questo sicuramente complicherebbe la trattativa. 

IDEA DI TORINO E SAMP - Sinisa Mihajlovic non ha mai nascosto la sua stima per Balotelli. “L’ho preso al Milan - ha dichiarato la scorsa estate - e lo prenderei anche al Toro”. Dovesse partire il Gallo Belotti in estate, Balotelli sarebbe sicuramente tra i candidati principali. Da non escludere anche la pista Sampdoria. “Balotelli è nemico di Balotelli, come Cassano è nemico di Cassano - dichiarava Ferrero nell’estate 2016 -. E’ un grande giocatore rimasto agli anni ’60, a Sapore di Mare. Potrebbe ripartire da una squadra passionale come la nostra, ma è un po’ confuso. Ho provato a dirgli di venire alla Samp, è un grande talento”. Il presidente stima Super Mario e la Sampdoria potrebbe essere la piazza giusta per lui. 

OCCHIO ALL’ESTERO - Il classe 1990, però, ha estimatori in tutta Europa grazie alle ottime stagioni con la maglia del Nizza. Roberto Mancini sta seguendo con grande attenzione le sue prestazioni, in Ligue 1 e anche in Europa League: Dzyuba sta deludendo le aspettative e lo Zenit già a gennaio si muoverà per cercare un attaccante. Super Mario finirà sicuramente la stagione a Nizza, poi il suo futuro sarà tutto da decifrare e nelle mani di Mino Raiola. Oltre allo Zenit, il Borussia Dortmund è alla ricerca del sostituito di Pierre-Emerick Aubameyang, sempre più propenso a lasciare la Germania per provare una nuova esperienza. Il club tedesco ha già pensato la scorsa estate a Super Mario e potrebbe tornare a breve a sondare il terreno, così come l’Everton. Balotelli ha già vissuto a Liverpool, si è lasciato malissimo con l’allenatore dei Reds Jurgen Klopp e potrebbe essere affascinato all’idea di vestire la maglia dei Toffees per riscattare la prima esperienza negativa in Inghilterra.