Il feeling tra Luciano Spalletti e Mauro Icardi è già ai massimi livelli, grazie anche ai 5 gol regalati nei primi 3 turni di campionato dal bomber argentino che hanno portato l'Inter al primo posto in campionato a pari merito conJuventus e Napoli. Oltre il 50% degli 8 gol realizzati dai nerazzurri portano la firma del centravanti argentino, apparso rigenerato dalla cura del tecnico di Certaldo, capace nella passata stagione di rilanciare un giocatore come Edin Dzeko, reduce da un'annata da 39 gol in stagione dopo i soli 10 di quella precedente. 

Una stima reciproca, confermata a più riprese da Spalletti davanti ai microfoni, tra cui quelli di Premium Sport a poche ore dalla trasferta di campionato sul campo del Crotone: "Il nuovo look di Icardi? Non gli ho detto niente, i miei calciatori si possono comportare come vogliono. L’essenziale è che non disturbino il lavoro della squadra. In questo caso qui se un compagno si gira e vede quel bagliore biondo, lo riconosce meglio e riesce a servirlo e dargli palla. Una clausola per l’argentino? Per Icardi va messa la massima clausola possibile, a livello di Isco (di 700 milioni di euro, ndr) e di tutti i top". Proprio nei giorni scorsi, si sono rincorsi rumors insistenti sulla volontà dell'Inter di blindare il proprio capitano, con un adeguamento al rialzo dell'attuale stipendio da 4,5 milioni di euro fino a giugno 2021 e un sostanzialmente aumento della clausola.