L'Udinese è atteso dall'impegno casalingo contro la Sampdoria e Gigi Delneri ha parlato in conferenza stampa: "Affronteremo una squadra con una caratura importante. Però dobbiamo vincere, non abbiamo alternative. In casa stiamo facendo bene, dobbiamo continuare su questa linea". Sui singoli: "Jankto ha disputato 25 partite in serie A, non dimentichiamolo. Il ragazzo ha speso molto, ora dobbiamo capire quale sia il suo rendimento. Ha qualità, finchè tiene lo faccio giocare. Thereau e Zapata sottotono? Ci vuole la loro forza fisica, ma devo muoversi diversamente per evitare inutili sprechi di energia. Cyril è un giocatore libero di muoversi sul campo. Può ancora fare la differenza in area di rigore". Sul tecnico avversario, Marco Giampaolo, ritenuto un suo "allievo": "Beh, questo significa che sono vecchio. Ci conosciamo da quando allenava l’Ascoli, io all’epoca ero al Chievo. Abbiamo una filosofia tecnica e difensiva simile, poi lui si è evoluto e ha cambiato il suo modo di vedere il gioco, puntando sull’equilibrio tra i reparti. Mi piace come interpreta il gioco, secondo me non ha ottenuto finora tutto quello che poteva ottenere". Sulla questione portiere: "Scuffet gioca le ultime due. Karnezis ha fatto molto bene, ma voglio vedere come si comporta Simone in queste ultime due gare. Orestis è un giocatore di grande spessore, ma solo uno rimane il prossimo anno. Nessun titolare farà la riserva il prossimo anno. Non voglio che ci sia competizione". Infine, sul rinnovo: "Ne riparliamo la settimana prossima".