Punti di vista diversi per giudicare la stessa partita, perché se è vero che l'Udinese per molti aspetti si è presentata a San Siro reggendo il confronto con il Milan, per altri le lacune in certi settori sono veramente troppe. I principali artefici dei disastri difensivi sembrano essere Danilo e Samir, se per il secondo i problemi sembrano essere più che altro una condizione fisica ancora non al top, per il capitano i problemi sono più che altro psicologici e fatica a trovare ancora la sicurezza che il leader della difesa deve avere.

Problemi si ma non grandissimi, perdere a San Siro ci sta tutto soprattutto contro un Milan che non poteva concedersi passi falsi, certo che la leadership di Danilo nelle prossime settimane dovrà essere dibattuta e se possibile affermata, altrimenti potrebbe essere seriamente messa in discussione magari da Angella. Impeccabile invece la prova di Nuytinck che continua a mostrarsi il miglior acquisto della stagione ben coadiuvato sulla fascia destra da Larsen che a sto punto farà faticare non poco Widmer per riconquistarsi la maglia da titolare.

Da centrocampo in avanti le note sono sicuramente più positive, confermate le buone sensazioni della sfida contro il Genoa. Barak si è conquistato il posto da titolare e sembra nato per gli schemi di Delneri, Behrami è la giusta copertura davanti alla difesa, mentre un po' sottotono De Paul e Jankto ma contro un avversario così ci può stare. Infine la nota più positiva è Lasagna che trova prima il gol in fuorigioco e poi la rete del momentaneo vantaggio, utilizzato largo a sinistra sembra trovare i tempi migliori per inserirsi con i giusti tempi in avanti.

Maxi Lopez fa il suo e se gira meglio tutta la squadra anche se non arriva al guizzo per il gol va benissimo così. Anche perché appena entrato Bajc ha colpito una traversa che ha fatto tremare tutto San Siro e il segno è che anche chi è in panchina sta trovando la condizione per mettere in crisi il mister. Ora arriva il Torino nel turno infrasettimanale, la squadra arriva in buona condizione e ha anche la possibilità di ruotare alcuni giocatori, basti pensare a Fofana o a Pezzella che potrebbe sistemare la situazione sulla fascia destra.