A volte ritornano. Magari in Serie A, perché Sime Vrsaljko ha già brillato nel nostro campionato: prima gioiello del Genoa, poi cessione record all'estero del Sassuolo dove il terzino destro croato è definitivamente esploso. E adesso, l'Italia chiama ancora dopo due anni all'Atlético Madrid con più di un problema fisico a limitarlo e la volontà di mettersi in mostra col Cholo Simeone, primo a volerlo con sé in rojiblanco. Il Napoli sta spingendo da settimane per prenderlo a gennaio, ad ora senza via libera dal'Atlético: De Laurentiis vorrebbe regalarlo a Sarri, Vrsaljko è un pallino di Giuntoli da anni, a un passo dal portarlo in azzurro proprio prima di firmare per gli spagnoli. Ma non è l'unico club che si è attivato sul croato.

OCCHIO ALLA JUVE - Viste le difficoltà per Lichtsteiner sulla fascia destra, anche la Juventus sta pensando all'opportunità di investire a gennaio su un terzino destro di livello. E così rispunta il nome di Vrsaljko: quando lo prese il Sassuolo dal Genoa, era praticamente tutto già fatto per farlo prenotare alla Juve in ottica futura. Poi, il blitz dell'Atlético Madrid ha cancellato qualsiasi corsia preferenziale. La stima di Marotta e Paratici però è rimasta, Vrsaljko piace e rientra nella lista di nomi per la fascia destra dove potrà arrivare un investimento. Il problema? Lo stesso incontrato dal Napoli: l'Atlético Madrid non ha voglia di liberarlo, il dt Berta lo stima e non sarà semplice portarlo via dalla Spagna. Ancor più dopo le splendide prestazioni nel playoff Mondiale con la sua Croazia. La Juve ci pensa, un nome da tenere d'occhio per la fascia destra. Con il Napoli in prima linea, ma attenzione a Marotta e Paratici...