Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, ha parlato della squadra che, a parer suo, è la vera anti-Juve, di Aronica accostato al Palermo, di giustizia sportiva e della prossima trasferta della squadra rosanero ad Udine:

ANTI JUVE- "La vera anti-Juve è il Napoli, ma bisogna avere anche un po' di fortuna. Contro l’Inter ho visto una sola squadra in campo, ed è stata il Napoli. A noi Santa Rosalia ci ha abbandonato, vediamo che farà ora San Gennaro. Il Napoli comunque è l'unica squadra che vedo attrezzata per impensierire i bianconeri".

ARONICA E MORGANELLA- "A suo tempo ne abbiamo parlato. Anche l'anno scorso, lui voleva tornare a Palermo, Lo Monaco lo sta facendo ma non lo so a che punto siamo. Uno come Totò servirebbe tanto da noi, soprattutto a livello psicologico. Da anni lotta per il vertici, mentre noi abbiamo tanti giocatori che sono retrocessi l’anno scorso. Per quanto riguarda Morganella che alcune voci vedono vicino al Napoli posso solo dire che il Palermo adesso ha bisogno di calciatori e non di toglierseli".

GIUSTIZIA SPORTIVA- "E’ da anni che sostengo una sua riforma, ritengo che faccia dei danni enormi, nella giustizia sportiva non c'è la sicurezza della colpa. Su questi reati a mio avviso ci vuole la giustizia ordinaria e non quella sportiva. Deve diventare una costola della giustizia ordinaria che si basi su dati certi e non su presunzioni di colpevolezza. La responsabilità oggettiva è sbagliata, va contro il buon senso, è un errore incredibile. Alla fine si tratta di decisioni sempre politiche e non basate sul diritto. E' tutto sbagliato quando non si adopera il buonsenso. Non bisogna fare demagogia su questi argomenti, la responsabilità oggettiva dal punto di vista giuridico è una stronzata pazzesca".

UDINESE vs PALERMO- "Ad Udine mi aspetto punti, dobbiamo farli perchè la nostra situazione non è delle migliori. Palermo? Abbiamo gravi problemi, ma Gasperini è un grande allenatore e non c’entra niente, credo che rimarrà con noi ancora tanti anni. Abbiamo fatto degli errori, ma speriamo di rimediarvi già a gennaio”.