A pochi giorni dall'inizio dell'evento Golden Foot, Dino Zoff, ex portiere e allenatore italiano , ha fatto il punto sulle votazioni di questa 14esima edizione: "Innanzitutto ci tengo a sottolineare l’importanza di questo riconoscimento. Credo che i due giorni del Golden Foot siano una iniziativa straordinaria, fatta bene, con un contesto importante alle spalle. Detto ciò, Buffon se lo merita, ha fatto senza dubbio un’ottima stagione quest’anno, quindi direi che certamente sia uno che vada per la maggiore, specie se ci limitiamo all’ambito dei portieri. Puyol è stata la bandiera del Barcellona a lungo, per cui ha tutto il diritto di essere lì. Deschamps ora è anche allenatore della nazionale, ha fatto molto alla Juventus. Se è meglio o peggio di me ad allenare? Questo non lo so (ride), io ho già dato, lui può fare altro. Deco e Kahn sono forse i due un po’ meno quotati, ma hanno comunque giocato a grandi livelli e in prestigiosi palcoscenici. Finché ci saranno Messi e Ronaldo, non può esserci partita per alcun giocatore, Buffon compreso, nonostante la sua straordinaria carriera. Io sono arrivato secondo nel pallone d’oro e avevo davanti Cruijff: con questi giocatori non si ha possibilità di vittoria".