Intervenuto ai microfoni di Premium, il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, ha parlato della sfida contro la Sampdoria ed ha risposto alle domande di mercato che gli hanno rivolto dallo studio. 

La Champions passa da questa gara?
“Passa anche da qui, dobbiamo andare giù a tavoletta perché ci sono undici finali”

Ferrero ha detto che volete Torreira.
“Abbiamo già dato alla Sampdoria, bisogna anche sapersi accontentare ogni tanto. Per lui ho un affetto particolare, non per forza i parla di mercato, soprattutto nel giorno della partira”.

Era all’Olimpico, le è piaciuto Bernard?
“Ero li a vedere una bella partita di Champions, felicissimo come italiano di vedere la Roma passare il turno. Andrò a vedere anche Juve e Lazio, tifiamo per loro. Ci sono tanti svincolati per giugno e quindi dobbiamo stare attenti. Bernard è forte, ma l’Inter ne ha tanti altri e non dobbiamo perdere di vista anche le qualità dei nostri calciatori. Insieme all’allenatore dobbiamo valutare alcune cose e lo stiamo già facendo”.

Come ha preso Lo sfogo di Spalletti sulla qualità?
“Nulla di particolare. Non era uno sfogo ma un’analisi, una presa di coscienza dell’allenatore perché Inter e Napoli sono due squadre diverse. Nella qualità ci butta dentro anche la personalità e la mentalità, parlo con lui ogni giorno e so cosa intende”

De Vrij è quasi dell'Inter?
“Degli altri calciatori non parlo. Non mi nascondo sul fatto che essendo uno svincolato cercheremo di cogliere delle occasioni. Ma abbiamo anche Miranda e Skriniar e dobbiamo fare delle valutazioni tecniche, poi sappiamo che de Vrij è un grande giocatore ma da qui a dire che sarà un giocatore dell’Inter ce ne passa”