Cagliari-Chievo 0-2

Sorrentino 6: festeggia al meglio le 300 presenze in A mantenendo inviolata la propria porta.

Tomovic 6: partita solida e senza sbavature. Dalle sue parti il Cagliari si vede poco o nulla.

Dainelli 6,5: di testa le prende tutte lui, confermandosi un muro davanti a Sorrentino.

Gamberini 6: in coppia con Dainelli non sbaglia quasi nulla, riservando una marcatura asfissiante a Giannetti e Sau.

Cacciatore 6,5: suo l'assist al bacio per la zuccata vincente di Inglese.

Rigoni 6: parte bene ma è costretto a lasciare il campo alla mezzora per i postumi di una botta alla testa dopo un violento scontro con Andreolli.

(dal 33' Hetemaj 6: entra a freddo e sfiora il gol nel finale.)

Radovanovic 6,5: è il vero metronomo di Maran, dai suoi piedi passano quasi tutte le azioni dei gialloblù.

Castro 6,5: costante spina nel fianco per la retroguardia cagliaritana, corre e lotta per tutti i novanta minuti.

Birsa 5,5: è suo il primo tiro del match, ma è meno brillante del solito.

(dal 76' Garritano SV)

Pucciarelli 5,5: svaria su tutto il fronte offensivo alla ricerca della giusta posizione, ma non riesce ad entrare in partita.

(dall'84' Stepinski 6,5: entra e segna con la freddezza dei grandi bomber. Primo gol in Serie A che chiude la contesa.)

Inglese 7: segna la rete che sblocca la sfida con un gran colpo di testa che si insacca all'angolino. Si conferma letale sotto porta.




All. Maran 7: il suo Chievo sa soffrire in difesa ed è cinico quando c'è da far male. Alla Sardegna Arena i clivensi si coprono senza troppi patemi e ripartono con una pericolosità disarmante. Tre punti che sono una vera e propria boccata d'ossigeno dopo le quattro partite senza vittorie.