L'Inter ha messo delle "basi importanti" per l'acquisto di Lautaro Martinez, come ha confermato domenica il ds nerazzurro Piero Ausilio. Dell'accordo, con cifre e dettagli, vi abbiamo già raccontato. Oggi invece gettiamo uno sguardo al futuro, a come Martinez potrebbe cambiare l'Inter.

MARTINEZ E ICARDI SONO COMPATIBILI? - L'arrivo del classe 1997 di Bahía Blanca consentirebbe a Luciano Spalletti di avere finalmente a disposizione quella seconda punta che tanto manca all'attuale attacco nerazzurro. Nel Racing Avellaneda, Martinez ha dimostrato di saper coesistere alla perfezione con un altro attaccante (Lisandro Lopez) e, dal punto di vista tattico e tecnico, non avrebbe alcun problema a fare altrettanto all'Inter con Icardi. Anche dal punto di vista psicologico, per un ventenne all'esordio in Europa, condividere il peso dell'attacco con un compagno già navigato sarebbe l'ideale, perché gli toglierebbe tutte le responsabilità che graverebbero sulle sue spalle nel caso in cui fosse il frontman del reparto offensivo. Se mai, c'è da chiedersi se Icardi sia pronto ad avere un'altra punta importante al suo fianco, quell'Icardi che, parola di Spalletti, "non vuole dividere l'area con nessuno"...

SE INVECE ICARDI PARTISSE... - Un giovane in ascesa e sul quale hai investito una cifra importante, deve giocare. E Martinez, all'Inter, giocherà. Il dubbio è che lo faccia davvero insieme a Icardi, e non solo per la motivazione tattica di cui sopra, legata al gioco di Maurito. Di mezzo, ovviamente, c'è anche la clausola rescissoria dell'attuale numero 9 nerazzurro: è probabile infatti che fra l'1 e il 15 luglio qualcuno (il Real Madrid? Il Manchester United?) si presenti con i 110 milioni prefissati e si porti via Icardi. In quel caso, crediamo che Suning, Sabatini e Ausilio non cadrebbero in depressione: una seconda punta potenzialmente devastante ce l'avrebbero (Lautaro), e con 110 milioni in tasca non avrebbero problemi a trovare un centravanti di esperienza e più propenso di Icardi a giocare in coppia con un altro attaccante (Dzeko? Mandzukic? Cavani?). Senza Icardi e con Lautaro Martinez più un grande centravanti: il progetto per l'Inter del futuro potrebbe essere questo.