Il club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni ha parlato a margine di un evento a Firenze, come riportato da ViolaNews.com: ""In questi giorni ci sono stati problemi ma penso che per le due gare di qualificazione l'Italia non avrà problemi. Se non si qualifica? Nel '58 ero piccolo. Tragedia non direi, anche se la Nazionale ha sempre raggiunto traguardi notevoli. Capiamo le difficoltà del momento ma, nelle manifestazioni importanti, ha sempre centrato l'obiettivo. Negli anni in cui giocavo non c'erano stranieri, oggi il materiale umano è minore e qualche difficoltà la Nazionale ce l'ha. Chiesa? Lui è già nell'Under 21, ha già assaporato la Nazionale A e il mister lo terrà in considerazione. Credo ne farà parte nei Mondiali del 2018. Gioca sempre: credo abbia diritto di far parte di questa squadra. La finale nell'82? Fare tutte le partite fuorché quella lascia il rimpianto. Forse è più oggi che allora anche se la vittoria finale mi tranquillizzò sotto l'aspetto emotivo. In quel periodo la passai bene, oggi ho più rimpianto. L'Italia oggi? Rimane una speranza primaria anche se con tutti questi impegni si può sopperire all'assenza. Resta il massimo cui uno può ambire".