Il presidente esecutivo della Fiorentina Mario Cognigni ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la festa di Natale della società viola, svoltasi ieri sera a Palazzo Vecchio: “Un ringraziamento per il mister che è arrivato in un momento particolare, diciamo di passaggio. Quello che abbiamo subito apprezzato è che la sua normalità dà forza e sicurezza all’intero gruppo. L’unico cruccio che ho io personalmente è che questo equilibrio che il mister dimostra doveva sedersi molti anni prima sulla nostra panchina. Ci siamo riusciti solo più tardi, ma siamo contenti. Squadra? Il gruppo che è stato costruito è un gruppo sicuramente giovane, importante, ma è un Gruppo con la G maiuscola, perché fa del convincimento, della voglia di imparare un motivo per la continua loro crescita. Sicuramente ci daranno molti risultati, quei risultati che tutti noi vogliamo raggiungere, ovvero vincere con una maglia addosso che ha il colore viola. Rappresentiamo una squadra ma anche un grande gruppo. Solo se il gruppo sta insieme, le cose possono riuscire. In una squadra ci possono essere dei talenti: ma se non c’è collettivo non c’è futuro. Ne siamo convinti. Noi troviamo ancora qualcuno che vuole essere autoritario, che vuole sgomitare. Ma l’individualismo non c’è più. Neanche in politica. Per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, che sono infiniti, rimaniamo coesi, concentrati e navighiamo tutti nella stessa direzione. Qui c’è solo un cuore viola. Sono convinto che il 2018, dopo un anno diciamo abbastanza tempestoso, vedrà un grande arcobaleno con il viola come colore predominante".