Oggi la Fiorentina sa chi è e dove vuole andare, si legge sul Corriere Fiorentino. Ieri, però, all’improvviso sono tornati i vecchi fantasmi, quelli della squadra che tirava tanto e segnava poco. Sintomi di malattie che parevano soltanto un lontano ricordo e che ora rischiano di complicare la rincorsa all’Europa. Mai dire gol e allergia alle piccole, eccoli i malanni da scacciare velocemente. Contro la SPAL 12 palle gol e 24 tiri senza segnare. Ma è solo l’ultimo episodio, che si somma alle gare con Verona, Chievo e Crotone. Totale? Quindici punti lasciati per strada con le piccole, che rischiano di trasformarsi in rimpianti.