Lamberto Boranga, indimenticato portiere degli anni '60 e '70, attualmente lavora nello staff medico del Perugia, la squadra che oggi affronterà il Genoa nel quarto turno di Coppa Italia. Al Secolo XIX ha rilasciato una bella intervista nella quale, tra le altre cose, parla anche degli estremi difensori del Grifone che lui conosce tutti molto bene: “L'anno scorso a Perugia c'era Zima – racconta - diventerà un gran bel portiere, ha un fisico importante. Anche Lamanna è bravo, l'ho conosciuto a Gubbio. Perin è il portiere che mi assomiglia di più, per caratteristiche e per capelli...guascone ha carattere, se sbaglia non si demoralizza. Si vede che è uno scorpione come me, ha personalità, si fa amare dal pubblico. E' tra i top in Italia, ma il più forte è Buffon”.

 

A Genova Boranga non ha mai giocato, però c'è stato tante volte da avversario: “E' una città bellissima anche se ci ho sempre perso. Il Genoa mi ricorda Meroni, il più forte italiano dei miei tempi, il nostro George Best. Ho giocato contro entrambi, erano magici. E se ti facevano gol non potevi arrabbiarti”.

 

Anche l'ex portiere di Fiorentina e Cesena è rimasto impressionato dai rossoblu e da alcuni suoi giocatori: “Mi piace Pavoletti – svela Boranga - ma è out. E Simeone, che mi ricorda Aguero. Con la Juve il Genoa mi ha entusiasmato. Sembrava Davide contro Golia”.