Nelle ultime tre sessioni di mercato è sempre stato ad un passo da dare l'addio ai colori rossoblù e soltanto un intoppo burocratico ha impedito lo scorso 30 gennaio il suo passaggio al Cagliari.

Un addio che sembrava comunque rimandato di qualche mese visto che a fine giugno il contratto tra Isaac Cofie ed il Genoa raggiungerà la sua naturale scadenza. Da tempo tutto lascia intendere che la prossima estate il centrocampista ghanese sia destinato a lasciare da svincolato il club che l'ha cresciuto e lanciato nel grande calcio. Ma quanto accaduto nelle ultime settimane potrebbe aver cambiato a sorpresa il finale di una storia che pareva già scritta.

SECONDA CHANCE - Ripescato per cause di forza maggiore nella sfida proprio contro il Cagliari di due settimane fa, Cofie ha offerto una grande prestazione, replicandola poi nel finale delle gare contro Sampdoria e Crotone. Tre apparizioni, dopo mesi passati malinconicamente tra panchina e tribuna, che hanno fatto riprendere improvvisamente quota alle azioni del 26enne di Accra. Al termine della partita contro i calabresi Davide Ballardini ha speso parole di elogio nei suoi confronti ed anche la dirigenza rossoblù è rimasta particolarmente colpita dalla grande professionalità dimostrata da questo ragazzo sempre sorridente il cui destino ora appare un po' meno sicuro.

FUTURO - Molto dipenderà da chi sarà il prossimo allenatore del Genoa, ma se nulla dovesse cambiare le possibilità di continuare a vedere Cofie con la maglia del club più antico d'Italia aumenterebbero esponenzialmente. Non è detto però che anche in caso di cambio al timone del Grifo chi subentrerà a Ballardini non decida di poter contare su un giocatore che non fa mai polemiche ed è in grado di dare il proprio importante contributo anche nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa.

In fondo il ragazzo a questi colori è particolarmente legato e lo dimostra non solo con le rare parole che esterna ma soprattutto dando il massimo ogni volta che scende in campo.