Tutto come previsto.
L'analisi contabile sulla situazione finanziaria del Genoa stilata dalla Deloitte su espressa richiesta dell'attuale proprietà rossoblu e consegnata ieri mattina nelle mani del braccio destro di Enrico Preziosi, Alessandro Zarbano, ha confermato l'ammontare delle cifre debitorie pendenti sul Grifone.

Secondo il Secolo XIX, la vendor due diligence portata a termine dall'agenzia americana ha messo in evidenza l'esistenza di oltre 80 milioni di euro di debiti pendenti sulle casse sociali rossoblù. Una cifra formata in gran parte da poco più di 70 milioni di debiti pregressi e in parte già rateizzati ai quali se ne sommano altri 13 che il Genoa entro giugno dovrà versare ad altre società per il pagamento dei cartellini di alcuni giocatori attualmente in organico, tra i quali spiccano gli 11 destinati al riscatto obbligatorio di Gianluca Lapadula.

Un dato sostanzialmente in linea con quanto pubblicamente indicato un paio di mesi fa dallo stesso Zarbano ed il cui peso sarà decisivo in caso di nuova trattativa per la cessione del club.