L'Inter ha un acquisto in più per la stagione 2017-18: Mauro Icardi. E' una provocazione, chiaramente, ma non lo è neanche tanto se ripensiamo al 13 agosto di un anno fa. Ricordate? L'estate della 'guerra' di Wanda Nara, dei tweet, di Maurito in orbita Juventus (prima che i bianconeri prendessero Higuain) e poi a un passo dal Napoli (appena dopo la cessione, via clausola rescissoria, dello stesso Pipita alla Juve). Suning decise di resistere agli assalti, trovandosi poi a gestire un rinnovo di contratto complicato e laborioso. E le polemiche, a non finire, fino all'autunno, fino al botto delle frasi choc contenute nell'autobiografia.

RIECCO L'UOMO GOL - Un anno dopo, tutto e cambiato. Nel frattempo sono arrivati il rinnovo, un'altra figlia (Isabella, dopo Francesca) e la nazionale. L'altro ieri, Sampaoli ha chiamato Mauro, e non Higuain, per le sfide di qualificazione a Russia 2018 contro Uruguay e Venezuela, in programma rispettivamente il 31 agosto e il 5 settembre. Un anno dopo, l'estate di Icardi è quanto di più tranquillo ci si potesse immaginare. Certo, c'è stato il problema fisico che ne ha ritardato la preparazione e l'esordio nelle amichevoli pre-campionato. Ma ieri sera, contro il Betis, il capitano dell'Inter è tornato a fare quello che più gli piace e che meglio gli riesce: segnare. E chi sa fare gol, nelle squadre di Spalletti di solito va a nozze (per informazioni, chiedere a Dzeko). 

L'INTER DI ICARDI - Il 13 agosto 2016 titolavamo: "Icardi tra Inter e Napoli, spunta un nuovo tweet di Wanda Nara". Un anno dopo, Icardi inizia la stagione con uno spirito e con certezze completamente diversi: un anno dopo, è davvero l'Inter di Icardi.   

 

Sunday #Family #MI9

Un post condiviso da Mauro Icardi (@mauroicardi) in data: