Eccezionalmente, vista la cocente delusione del derby, ai giocatori nerazzurri non diamo voti numerici, ma solo giudizi (tutti negativi). L'unico 4 in pagella se lo becca il responsabile della squadra, Benitez, per le motivazioni spiegate in Intermania.

INTER-MILAN 0-1

Castellazzi - Spiazzato da Ibra su rigore, nell'unico tiro in porta fatto dal Milan in tutta la partita. Per il resto sembra un po' incerto nelle uscite.

Cordoba - Schierato sulla destra, da lui non si possono pretendere le scorribande sulla fascia alla Maicon. Evita il raddoppio con un intervento disperato su Flamini.

Lucio - Parte spaesato come tutta la squadra, poi si riprende col passare del tempo.

Materazzi - Ha sulla coscienza la (grossa) ingenuità commessa provocando il rigore su Ibra, che lo condiziona per tutto il resto della gara. Ma additarlo come unico colpevole sarebbe sbagliato, oltre che ingeneroso.

(Biabiany - Il più veloce di tutti, anche nel perdere palla).

Chivu - Meno peggio rispetto ad altre volte. Tocca tanti palloni in fase di costruzione, il che non fa altro che sottolineare la povertà del gioco nerazzurro.

Zanetti - Capitano ferito nell'anima, impreciso in qualche disimpegno. Non è da lui.

Stankovic - Prova a pescare il jolly da fuori, ma non è serata neanche per lui, uno degli ultimi ad arrendersi.

Obi - Uno dei pochi a salvarsi, costretto a fermarsi dall'ennesimo infortunio muscolare.

(Coutinho - Scivola come una foglia morta sul campo bagnato senza mai incidere).

Sneijder - L'unico a mettere i brividi ad Abbiati con due tiri da fuori, ma ha ancora le polveri un po' bagnate.

Eto'o - Non può sempre togliere le castagne dal fuoco, nella ripresa viene chiuso nella morsa Nesta-Thiago Silva.

Milito - Affaticamento muscolare a parte, è visibilmente già alle 'cozze' dopo neanche mezzora di gioco.

(Pandev - L'uomo dei passaggi all'indietro, si rende utile solo facendo espellere il 'pollo' Abate).