E' soddisfatto Fabio Grosso al termine della vittoria di Lione della sua Juve Primavera, anche se come sempre il tecnico preferisce l'equilibrio anche quando le cose vanno bene: “Sono molto contento della vittoria, ma alcune cose non mi sono piaciute. Come sempre c'è del buono e del meno buono, prendiamo entrambe le cose e andiamo avanti così. Soddisfatto della presentazione, dell'atteggiamento con cui abbiamo affrontato la gara. Mi sono piaciuti molto i primi 25 minuti, poi dopo il gol abbiamo pensato fosse tutto facile e siamo calati, concedendo negli ultimi 10 minuti più di quello che avremmo dovuto concedere”

 

RIECCO CLEMENZA – Tra le buone notizie, il ritorno di Luca Clemenza: “Sono molto contento per Clemenza. Lo sto centellinando pet averlo al 100% il prima possibile. È un ragazzo che faceva cose straordinarie già due anni fa e anche l'anno scorso in questa categoria, ci è mancato tanto alle finali. Non amo parlare di singoli, ma lui se lo merita per quello che ha passato e siamo felici di riaverlo”.

 

SU CALIGARA – Partita sbloccata proprio da Fabrizio Caligara, incoronato anche da Allegri venerdì scorso, mentre Kean rimane in prima squadra e Lirola incanta al Sassuolo: “Il gol di un classe 2000 qui lancia un bel segnale. È difficile emergere in una società come la Juve, ma io credo che abbiamo talenti importanti che faranno strada. In tal senso, senza ipocrisia, ci inorgoglisce certamente il cammino di alcuni talenti, che è poi quello a cui puntiamo. Ovviamente, però, indossiamo una maglia importante e giochiamo anche per vincere”

 

PASSI AVANTI – Finalmente la Juve sembra aver preso la strada giusta anche in Youth League dopo anni di stenti: “Quando parlo di crescita parlo di crescere tutti insieme, anche io con i ragazzi. Sono il primo ad avere voglia di migliorare sempre e fare un bel percorso”

@Edosiddi