In sincronia perfetta, si chiudono il 2017 e il girone di andata del campionato nostrano.
La Juventus lo fa vincendo, come ormai da oltre più di 6 anni ha ben abituato (anche sin troppo) i propri tifosi nella stragrande maggioranza degli incontri del torneo italiano.

Juve internazionale 

Partiamo dalla prima considerazione, quella che piace sicuramente di meno.
A Verona, la Vecchia Signora ha iniziato la partita con 10 titolari stranieri su 11, una cosa che mai era capitata nella storia bianconera. 
E' antistorico e antitradizionale vedere la Juventus composta praticamente da soli giocatori internazionali.
Ieri sera a rappresentare i colori dell'Italia in campo dall'inizio il solo Chiellini. 
Nonostante l'attuale livello mediocre del calcio nostrano questa trasformazione non piace per niente.
Per questo è giusto sperare presto nel rientro di Buffon, nel pieno recupero di Marchisio e nella consacrazione di Bernardeschi oltre che poter contar sempre sulla duttilità di De Sciglio, Rugani, Barzagli e Sturaro. 
La storia ricorda che una Juventus senza un'importante ossatura e identità italiana non ha futuro.

SuperDybala

Tornando alla partita di ieri sera, giusto sottolineare che la vittoria ottenuta contro il Verona è stata sin troppo sofferta nei modi.
Dopo l'iniziale gol di Matuidi arrivato in tap-in dopo il palo di Higuain, è mancato proprio il colpo del KO del 'Pipita', stranamente impreciso sotto porta.
Nella ripresa, dopo l'uscita dal campo di un evanescente Bentancur e l'ingresso di Bernardeschi, il Verona ha preso coraggio (e supremazia numerica) a centrocampo arrivando addirittura al pareggio grazie ad un bel gol dell'ex Caceres, dopo un errore marchiano di Matuidi in fase di impostazione.
CI ha pensato una doppietta di Dybala a chiudere la partita e confermare quanto più volte scritto attraverso questa rubrica:
la squadra bianconera non può proprio fare a meno del talento del numero 10 argentino, se non per brevi, brevissimi, periodi. 
Sta ad Allegri trovare il modo per sfruttare al meglio la classe de la 'Joya' e non viceversa;
i giocatori che fanno la differenza devono giocare. Sempre.

Napoli campione d'Inverno

Con i 3 punti ottenuti sul campo del Verona, cosa che non capitava da oltre un decennio, la Juventus incostante di questa prima parte di stagione chiude comunque il girone di andata ad un solo punto di distanza dal Napoli stellare, esaltato da stampa e media.
Complimenti alla squadra di Sarri per il meritato riconoscimento ottenuto ma a parti invertite sicuri che il bagher di Mertens contro il Crotone sarebbe passato così inosservato?
Vediamo adesso cosa porterà il mercato di riparazione nel mese di Gennaio perchè a prescindere dall'attuale classifica, l'impressione è che anche quest'anno questo scudetto potrà perderlo solo la Juventus; a meno che il percorso Champions dei bianconeri non arriverà sino in fondo, pieno di insidie e di big match europei che toglieranno energie fisiche e mentali alla squadra di Allegri per la volata in campionato. 
Questa variabile si che potrebbe rivoluzionare i valori e le gerarchie in Italia ma è un rischio che sicuramente piacerebbe correre ai tifosi bianconeri...

A voi tutti lettori i miei più sinceri auguri di Buon 2018
SD

@stefanodiscreti