Sarà anche il suo mercato, da protagonista. Keita Baldé da mesi è al centro di tantissime voci, come tanti sono i club pronti a trattare per una delle stelle giovani del nostro campionato: classe '95, da tre anni protagonista in prima squadra, Keita ha convinto tutti della sua maturità raggiunta al punto da valere un investimento importante. Cosa succederà adesso? I passaggi sono segnati, il futuro è da scrivere.

POSIZIONE LAZIO - Il contratto di Keita va a scadenza nel giugno 2018, una situazione quindi delicata. Ad oggi, l'attaccante della Lazio non ha ancora avuto un incontro con la società per definire il futuro: da questo momento in poi, è probabile che possa essere proposto un contatto con Roberto Calenda (agente del senegalese) per prendere una posizione netta da parte di Keita e del club. Di certo, pensare al rinnovo oggi risulta davvero complesso: se la situazione rimarrà tale, Lotito dovrà necessariamente ascoltare offerte per non perdere un giocatore così importante a parametro zero.

TRA JUVE E MILAN - La Juventus è pronta ad entrare nel vivo: sono partiti i primi contatti con la Lazio, sondaggi esplorativi per un giocatore apprezzato tantissimo dalla dirigenza bianconera come vi raccontiamo da mesi. Ed è sicuramente un passo iniziale non da poco. Marotta e Paratici non hanno ancora affondato il colpo, serve ancora tempo per definire una valutazione di un talento simile con il contratto a scadenza; di sicuro, Keita è un'opportunità di mercato su cui la Juve ha messo gli occhi da mesi tanto da avere pronta una prima proposta da sottoporre eventualmente al giocatore nelle prossime settimane. Non va dimenticata però la forte concorrenza del Milan: Mirabelli è molto interessato a Keita, ha già avviato i dialoghi con la Lazio e anche in questo caso si attende la decisione sulla valutazione. Ecco perché la Juve potrà spingere lato giocatore, ma con la Lazio c'è ancora da mettersi in fila e trovare un accordo, cosa mai scontata. Keita sarà un protagonista del mercato, la Juve entra nel vivo, si sente forte, ha già studiato la prima proposta. Ma il Milan non molla...