Massimo Ferrero è di sicuro un personaggio fuori dagli schemi. E anche la sua figura ha 'rotto' con l'immagine tradizionale del presidente di una squadra di calcio. Una delle stranezze, per quanto riguarda il patron doriano, è la sua posizione all'interno della Sampdoria. Anche perchè il numero uno di Corte Lambruschini, stando all'ultimo Consiglio di Amministrazione, ha parecchi compiti a cui pensare.

Ad esempio, oltre al potere di firma e di rappresentanza legale, Ferrero avrà il compito di gestire i rapporti con le federazioni, di stipulare i contratti relativi ai tesserati FIGC, e di gestire le sponsorizzazioni. Saranno 42 punti di cui curarsi per il presidente blucerchiato, che è anche stato nominato Amministratore Delegato della società genovese. E per occuparsi degli interessi della società genovese, secondo Calcio e Finanza, l'imprenditore romano percepirà uno... stipendio

960.000 euro lordi, questo quanto stabilito dal Consiglio di Amministrazione, composto da Ferrero stesso, dalla figlia Vanessa e dal nipote Giorgio. Lo stesso Cda che lo ha confermato come suo presidente lo scorso 2 novembre, riconoscendogli altri 20.000 euro per la carica, mentre 10.000 a testa andranno ai consiglieri Vanesssa e Giorgio. 

Il direttore sportivo Carlo Osti e il segretario generale Massimo Ienca, invece, è stata data la delega agli atti federali. Sempre per Osti e Ienca, affiancati da Romei, è stata preparata la delega che gli consentirà di presenziare alle riunioni in Lega e FIGC.