Il campionato è finito da dieci giorni, il prossimo inizierà solo il 21 agosto, ma nella Liga non c'è tempo per pensare alle vacanze. Il mercato tiene banco, con il Real Madrid in primo piano. Dopo aver chiuso per Callejon, Altintop e Nuri Sahin, Mourinho è molto vicino a Fabio Coentrao,. esterno sinistro del Benfica. Tra offerta e richiesta "ballano" otto milioni (30 contro 22), ma in Spagna sono sicuri che l'affare si farà, anche perchè il Bayern Monaco si è tirato indietro, scegliendo la soluzione low cost di Rafinha.

Ma Coentrao non sarà l'ultimo botto: nonostante il no dell'Atletico Madrid, Aguero potrebbe davvero diventare il prossimo attaccante del Real Madrid. A suon di milioni, che Perez conta di ricavare dalle cessioni di Kakà (Chelsea), Garay, Diarra e uno tra Benzema e Higuain. Il Kun vuole il Real Madrid e farà di tutto per andarci. Il primo passo è non rinnovare il contratto con la Nike, scaduto lo scorso 31 maggio, per vestire Adidas, sponsor tecnico proprio delle merengues.

Delle altre grandi di Spagna, si stanno muovendo Valencia, Siviglia e Atletico Madrid. Los Ché hanno chiuso con il portiere Diego Alves (Almeria) e il difensore Rami (Lille), il club andaluso ha ufficializzato gli arrivi di De Moral (Getafe), Trochowski (fine contratto con l'Amburgo) e il riscatto dal Barcellona di Caceres. Due rinforzi in difesa per l'Atletico Madrid che, in attesa di sapere quale sarà il prossimo allenatore,  ha chiuso per Miranda (San Paolo) e Silvio (Braga).

Colpi del Malaga, che ha ingaggiato per una stagione il 35enne svincolato Van Nistelrooy, e dell'Espanyol, che oltre al ritorno in prestito di Didac Vilà ha ingaggiato dal Nacional Montevideo Adrian Luna, trequartista uruguaiano classe 1992, dal sicuro avvenire. Si complica la trattativa tra Barcellona e Villarreal per Giuseppe Rossi: il sottomarino giallo chiede 30 milioni, il Barça non ne vuole spendere più di 20.