Tranquillo, normale, campione oltre le tifoserie. Lionel Messi si racconta a Max, da domani in edicola. "Da quando avevo 5 anni sono sempre stato col pallone tra i piedi - si racconta l'argentino -. Vincere il Mondiale è il mio grande sogno". Il fuoriclasse argentino si sofferma anche sull'addio di Guardiola al Barcellona. "Mi ha fatto crescere come giocatore, soprattutto tatticamente, mi ha spiegato cose che non avevo chiare per niente - ammette - Ma da qui a dire che mi vedo ad allenare... no, non credo proprio. Che se ne andava l'ho saputo insieme a tutto il resto del mondo. Era già stata una settimana difficile: avevamo perso con il Real Madrid, e poi la Champions. Infine il suo annuncio: il colpo è stato duro...".