Calma apparente. Dopo i botti della scorsa estate, questo mercato invernale del Milan non sta regalando sorprese in entrata. I dirigenti rossoneri stanno tenendo fede a quanto preannunciato: "Nessun acquisto a gennaio". Vero, ma il calciomercato non è fatto soltanto di trasferimenti. Ci sono anche le trattative per i rinnovi dei contratti e soprattutto tutto lo scouting. 

MIRABELLI COME UN PC - Il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli non lo ha mai nascosto: "Si lavora sempre, ma su cose diverse e l'aggiornamento resta un fattore continuo". Quasi come un personal computer. Basti pensare al suo recente viaggio in Germania (LEGGI QUI). 

SOGNANDO LA CHAMPIONS - Tra meno di un mese ricominciano le competizioni europee. Il Milan è impegnato in Europa League: riuscendo nell'impresa di vincerla, si garantirebbe la qualificazione alla prossima Champions. Un obiettivo difficile da centrare in campionato, perché la squadra di Gattuso è a 12 punti dal quarto posto in classifica occupato dalla Lazio, che mercoledì prossimo recupererà la partita in casa con l'Udinese. 

LA VETRINA DELLE COPPE - Per ora la Champions il Milan può solo guardarla. E studiarla. Il programma degli ottavi di finale propone diverse sfide interessanti. Si parte il 13 febbraio con Basilea-Manchester City e Juventus-Tottenham, un giorno prima di Real Madrid-Paris Saint Germain e Porto-Liverpool. Ovviamente Mirabelli non le vedrà tutte dal vivo in prima persona, ma può contare su una squadra di collaboratori fidati. I rossoneri stanno già mettendo gli occhi su alcuni profili interessanti in vista del prossima campagna acquisti estiva, Uefa permettendo. Perché il mercato non dorme mai.