Vigilia di Europa League per il Milan, che domani affronterà l'Austria Vienna all'Ernst Happel Stadion per la prima partita dei gironi. Il tecnico rossonero Vincenzo Montella è intervenuto in conferenza stampa, di seguito tutte le sue dichiarazioni.

LAZIO - "E' stata una brutta sconfitta ma va accantonata. Vedo una squadra che vuole rigiocare con uno spirito diverso, voglio vedere una reazione".

NUOVI ACQUISTI - "Credo che questa squadra possa giocare con più moduli. Molto spesso facciamo la costruzione con la difesa a tre. L'abbiamo fatto molto l'anno scorso ma anche quest'anno con Rodriguez. Possiamo giocare con tanti moduli, sia 3-5-2 che 4-3-3".

KALINIC - "Sta crescendo. Giocatore altruista, sa attaccare la profondità, mi aspetto che metta in pratica le sue qualità".

ROSA - "Nel calcio moderno, è difficile trovare una squadra che ragioni solo su 11 gicoatori. Bisogna portare avanti più calciatori possibili".

BONAVENTURA - "Giocatore generoso, imprevedibile, anche lui sta crescendo di condizione. Come per Kalinic e Romagnoli non devo pensare a breve termine, abbiamo altre 6 partite in venti giorni dunque non si può giocare sempre".

CRITICHE - "Non ho avuto nessun tipo di disturbo, non mi ha dato fastidio nulla".

REAZIONE - "Non siamo quelli di domenica scorsa. Non dobbiamo esserlo dal punto di vista caratteriale, dobbiamo dare risposte continue".

KESSIE - "Franck, così come gli altri, non ha reso come nelle prime gare ma ci sta. Abbiamo certi carichi e nelle gambe abbiamo fatto 6 vittorie in 7 gare ufficiali. Spero di poter continuare così, ogni sette partite una sconfitta vorrebbe dire secondo posto (ride, ndr)".

IMPORTANZA DELL'EUROPA LEAGUE - "Rientrare in Europa è importante, è la casa del Milan e va onorata al massimo. Il primo obiettivo è passare questi gironi, poi penseremo ai passaggi successivi".

AUSTRIA VIENNA - "Squadra in continuo movimento, organizzata e propositiva. Possono scambiarsi di ruolo e credo possa essere difficile a livello difensivo per noi. Sarà una gara di corsa e transizione, molto diversa da quelle del calcio italiano".

SUSO - "Ce ne sono pochi come lui. Determina, ha il guizzo e salta l'uomo. È un calciatore che può fare l'interno, la seconda punta o l'esterno".

RODRIGUEZ OUT - "Sta giocando molto, ha fatto anche due gare in nazionale. In più il suo è un ruolo molto dispendioso e abbiamo tante partite nei prossimi 20 giorni. Poi abbiamo Antonelli che sta crescendo molto".

NIENTE ALLENAMENTO A VIENNA - "Ho preferito vedere e studiare i video e poi lavorare più tranquillamente a casa con la squadra".

FORMAZIONE CON POCA ESPERIENZA - "Abbiamo una formazione ben miscelata e molto esperta, non credo possano esserci questi problemi. Non dobbiamo sottovalutare l'avversario e servirà focalizzarci sull'atteggiamento".

VIETATO SOTTOVALUTARE L'AUSTRIA VIENNA - "La conosco bene, così come conosco il Rijeka. Da parte mia non è una partita scontata, va giocata e va vinta. Dobbiamo essere bravi a noi ad indirizzare la gara".


MONTELLA A SKY - A Sky Sport poi Montella ha aggiunto: "Dobbiamo dare una risposta temperamentale, al di là della tecnica e del gioco. Il focus è nell’atteggiamento e nella rabbia. Lunedì ci siamo detti un po’ di cose, veniamo da una pessima figura. Non ce lo aspettavamo. Veniamo da 7 partite ufficiale, con 6 vittorie e mi auguro di tornare qui, tra 7 partite, e di commentare una sola sconfitta. Era già in programma l’idea di passare a tre ed è nata con l’arrivo di Bonucci. Il cambiamento sarebbe arrivato comunque, anche se avessimo vinto con la Lazio. Romagnoli è l’unico difensore mancino che abbiamo. I nuovi acquisti? È un test per tutti, sono i primi minuti che faranno insieme. Siamo contenti e consapevoli che c’è bisogno di giocare insieme, di allenarsi insieme per conoscersi. Non è un esame, è un test, come ogni partita. Cutrone sta facendo benissimo, è quello che ha giocato più di tutti in attacco con un rendimento altissimo. Siamo una squadra, siamo insieme e qualcuno può riposare, anche in altri ruoli. Patrick è importante per noi e sono convinto che avrà ancora il suo spazio".