"Gli ultimi dodici mesi sono stati i più belli della mia carriera" lo ha detto Dries Mertens in un'intervista al De Morgen: "Spero che a Napoli il nostro momento magico possa continuare fino alla fine, perchè è tutto bellissimo. I tifosi impazziscono per il fatto che siamo primi, ci sostengono sempre"

CENTRAVANTI ATIPICO - "Non mi sento una vera punta alla Higuain. Al momento non mi vedo uno come lui, per il quale sono stati spesi tanti soldi. Sul piano dei gol sono cresciuto tantissimo, essere considerato una punta centrale per me è molto strano: in passato avevi a disposizione un'azione per fare bene, magari un paio. Adesso, invece, si tratta di segnare gol e sfruttare occasioni a raffica. E più diventi importante per la squadra, più palloni ti metteranno a disposizione. Nel Napoli non gioco unicamente come terminale offensivo, anzi torno spesso a centrocampo. Nel Belgio l'attaccante spinge molto in profondità e spesso si fa trovare in avanti: al Napoli invece giochiamo in un modo che spesso mi porta non solo al centro, ma anche sugli esterni"